Il metodo ABA

IMG_1234

La cura

ABA propone un approccio alla cura multidisciplinare e incentrato sulla relazione. Il presupposto da cui partiamo è che i disturbi alimentari siano espressione di un disagio profondo che non può non essere ascoltato e compreso. Per questo ABA offre uno spazio protetto in cui far emergere la propria sofferenza e trattarla.

Fanno parte dell’équipe: psicoterapeuti individuali e di gruppo, psichiatri, medici esperti nella riabilitazione nutrizionale ed educatori. Diverse figure professionali ci permettono di sostenere la persona rispetto alle proprie difficoltà e di costruire il percorso di cura più adeguato.

Il primo passo consiste in colloqui preliminari con uno psicologo che consenta di aprire uno spazio di parola, di lavorare sulla domanda, inquadramento diagnostico e capire insieme se avviare una terapia individuale o di gruppo.

La terapia individuale è un’esperienza significativa in cui elaborare le cause del proprio disagio assieme ad uno psicoterapeuta, per dare senso alla propria sofferenza e con il tempo alleviarla, identificando soluzioni personali inedite.

La terapia di gruppo è un incontro, tra persone con storie diverse ma che conoscono la stessa sofferenza. Nel gruppo si possono sperimentare relazioni di fiducia attraverso la condivisione di emozioni, tradotte in parola sotto la guida di uno psicoterapeuta, per elaborare il proprio malessere attraverso l’incontro con l’altro, promuovendo l’aspetto specifico dell’individuo.

Inoltre, i nostri terapeuti sono disponibili anche ad incontri via Skype per chi non potesse recarsi fisicamente presso i centri associati

Progetto residenziale

Il progetto residenziale è una realtà riabilitativa e terapeutica, che offre uno spazio protetto mirato al trattamento delle patologie alimentari, quando e se necessario dopo accurata valutazione.

Da Gennaio 2019 l’ABA, sede di Roma, ha stipulato un protocollo di intesa con l’Istituto San Giorgio (Soriano nel Cimino – Viterbo), centro accreditato con S.S.N.,  che si occupa del trattamento dei pazienti affetti da disturbi del comportamento alimentare ed obesità attraverso percorsi in forma residenziale e diurna. La collaborazione ha un valore clinico e scientifico e converge su progetti di studio e ricerca mirati allo sviluppo di risposte terapeutiche efficaci rispetto alle differenti domande di intervento di cura.

 

Spazio genitori

Una delle attività di rilievo dell’ABA riguarda il coinvolgimento dei genitori che chiedono indicazioni, sostegno e consigli circa la posizione da assumere di fronte al malessere dei propri figli. Chi vive da vicino il dramma della sofferenza di chi ama spesso si sente impotente, frustrato, non sa cosa fare, vorrebbe aiutare ma si sente sprovvisto di strumenti. Lo studio di psicologia e psichiatria-ABA Roma offre uno spazio di ascolto, sostegno e cura ai famigliari: genitori, fratelli, sorelle, mariti, mogli, compagni, compagne e amici. Apre le porte a chiunque desideri comprendere cosa stia accadendo e cercare delle risposte ad una situazione difficile e dolorosa. L’intolleranza ad un confronto spesso diventa realtà; la persona sofferente si rifugia in un mondo fatto di silenzi e negazione del proprio problema, suscitando nell’interlocutore reazioni che oscillano tra rabbia, frustrazione e scoraggiamento. L’ambito familiare, luogo privilegiato, perché caratterizzato da relazioni specifiche, può promuovere un aiuto significativo perché si acquisisca consapevolezza del problema, dell’importanza e della necessità di intraprendere un percorso di riabilitazione e di cura.

Avvalersi di questo spazio da parte dei famigliari consente alla persona sofferente di chiedere aiuto, qualora fosse reticente o di sentirsi sollevata e sostenuta nel suo percorso di guarigione.

Il metodo di intervento in questa realtà può avvalersi di incontri di gruppo multi familiare o individuale.